Salsiccia calabrese

I salumi in Calabria, rappresentano l’alimento fondamentale per la Gastronomia Calabrese. La salsiccia calabrese è prodotta dalle selezioni di parti magre di spalla e la pancetta del suino con l’aggiunta di un po’ di grasso, finocchietto selvatico, poco vino e peperoncino rosso dolce o piccante ottenuto dopo l’essiccazione al sole dei peperoni e in seguito macinati al mulino.

Ecco le dosi

Per ogni chilogrammo di carne
30 gr. di sale
semi di finocchio selvatico q. b.
peperoncino piccante o dolce
1 bicchiere di vino

Dopo aver macinato la carne e con un po’ di grasso si dispone sulla spianatoia e si aggiunge il sale, il pepe rosso (dolce o piccante) il finocchietto selvatico e s’inzia ad impastare. Quando la carne risulta ben amalgamata si aggiunge lavorando ancora il vino .
Si colloca dentro le ciotole lasciandoriposare per una notte intera.

carne di maiale tritata

Il secondo giorno l’impasto viene insaccato in budella naturali o sintetiche e con la punta di un grosso ago si bucano per far si che esca l’aria che si forma durante la fase del riempimento.

salsiccia

Il giorno successivo viene appeso e curato per circa 30- 40 giorni…dipende dal tempo.

32 comments

  1. Roxy ha detto:

    Questa la passo a mia mamma…sicuramente le interesserà visto che da qualche anno si è messa a produrre salsicce…..è un buono spunto! Baci

  2. Precisina ha detto:

    Della serie… non mostrate le salsicce a mio marito! Che poi finisce con la solita storia che sono l’unica che non cucina mai carne!!! Ma quanto sei avanti… e nonostante tutto, di piatti poveri (ma bellissimi) ne fai a bizzeffe… ci conto eh! bacio, n.

  3. Sibilla ha detto:

    ..e questa ho avuto l’onore di assaggiarla….da triplissimo sbav…Grande Arabella ….come sempre…un abbraccio tesoro…nunù

  4. Francesca ha detto:

    *Roxi: fammi sapere

    * Precisina:hai ragione, sul mio blog sono per lo più ricette semplici ma gustose

    * Sibi:ti aspetto per farti assaggiare la nuova produzione.

  5. carmen ha detto:

    sto sbavando sulla tastiera, sarebbe l’deale preparare le salsicce in casa! buonissime ciao

  6. Francesca ha detto:

    Carmen: noi in unagiornata ne abbiamo fatto 30 g…io e mia mamma

  7. Claudia ha detto:

    Io adoro le salsicce!! ma quella calabrese, bella piccante!!!! bonaaaaaaaaaaaaaa

  8. mary ha detto:

    wow complimenti , sei bravissima io nemmeno ci provo …lascio questo compito ad altri , baci!

  9. annamaria ha detto:

    non ci posso credere…fai anche le salsicce….ieri mi hai detto dell’olio…insomma tutto genuino a casa tua…l’esatto contrario di me…tutto supermercato:-) un baciotto grande grande
    Annamaria

  10. Elvira ha detto:

    Ho partecipato per un paio di anni alla preparazione di salsiccia, cpocollo & Co. dalla suocera (del Cilento, ma procedimento e ingredienti sono praticamente uguali), una fatica ed un freddo pazzeschi, ma la soddisfazione dell’assaggio dell’impasto (cotto) alle qo di mattina..impagabile!! Ah ah!!!

    Davvero complimenti per l’impegno ed il risultato perfetto!

  11. Elga ha detto:

    Che bello vedere i vari passaggi di uesta delizia che per fortuna è staa sulla ma tavola!

  12. micaela ha detto:

    buonaaaa! quando vado in calabria me ne faccio sempre una bella scorpacciata!!! io la mangio anche cruda nel panino (che vergogna!!!)

  13. mariluna ha detto:

    mi é passato un brivido sulla schiena vedendo le foto, il lavoro mio malgrado conosco per essere stata presente quando si facevano queste salsiccie a casa mia molto tenpo fà…la festa era…e poi le prime a Carnevale vero? la stanza con la fila di queste delizie affumicata ed il profumo che avanza mano mano che diventano buone da mangiare. Bel post…un ‘abbraccio caloroso

  14. mirtilla ha detto:

    se la vede mio marito mi propone seriamente di farla in casa!!

  15. Francesca ha detto:

    Mirtilla: accontentalo…

  16. CoCò ha detto:

    Franci non ci posso credere hai portato on line le nostre salsicce, oggi mia madre e mia zia le stanno preparando

  17. Francesca ha detto:

    Cocò:ahahahahah ho fatto male?

  18. Rorò ha detto:

    :O:O:O
    Cosa vedono i miei occhi!!! Sua maestà “A sazizza”!!
    Da noi la preparazione è leggermente diversa…niente vino e niente riposo per una notte…ma l’odore…l’atmosfera…l’attesa prima di assaggiarla leggermente stagionata sono davvero unici!

    Fino a poco tempo fa , ma per qualcuno ancora oggi, nei paesi come il mio, “il maiale” costituiva un rituale…un’aggregazione di famiglie nella solidarietà e nell’aiuto reciproco, della serie “io aiuto te e tu aiuti me…”

    Ora magari si compra direttamente la carne da insaccare e la “tradizione del maiale” si è persa, ma i ricordi… quelli restano. Alzarsi alle 7 di mattina principalmente durante le vacanze natalizie…andare in campagna e fare colazione lì con il latte ed il pandoro portato dalla mamma (io e mio fratello eravamo piccoli) mentre i gandi facevano colazione con un bicchierino per riscaldarsi. E poi…e poi quanti ricordi!

  19. Francesca ha detto:

    Rò: hai ragione anch’io da ragazza ho vissutoi tuoi stessi momenti…che bello!

  20. francesco donato ha detto:

    ciao, ho modificato la mia grafica. La visualizzi male?

  21. Francesca ha detto:

    Francesco: si, malissimo

  22. Camomilla ha detto:

    Ciao Francesca!
    Sei davvero bravissima, anche le salsicce in casa prepari!!! Io mi affido a quelle fatte dalla nonna di solito, però mi piacerebbe provare a farle almeno una volta!
    Un bacio!

  23. mariella ha detto:

    ciaooooo …la salsiccia calabrese ”’ E POI FATTA IN CASA???? ma tu sei straordinaria Franci!!! bravissima , complimenti!!

  24. KAPARO' ha detto:

    grande calabria!!!e le salsicce calabresi !!!http://calciomilan.myblog.it/

  25. Salamino ha detto:

    Ma questa non corrisponde alla costituzione dell ‘Nduja? Da cosa si differisce?

  26. nando ha detto:

    è da due anni che le salcicce dopo circa 30 gg diventano grigie all’interno. Da cosa dipende?

  27. maria ha detto:

    ciao francesca l’altro ieri so tornata dalla calabria e ho assaggiato le mitike salsicce buonissime pero il macellaio disse ke aveva usato una salsa niente vino vabbe io voglio prova le tue quale vino hai usato e poi per quanto riguarda il peperoncino tritato qua nn abbiamo da far sekkare al sole quale debbo usare ok bacioniiiiiiiiiiiiiiiiiii ris al piu presto

  28. Francesca ha detto:

    Maria: ognuno ha la propria ricetta,Alcuni non mettono nenache il vino.
    Cmq un normale vino rosso va bene…
    per il peperoncino ci va quello macinato, diciamo la paprica, penso potrai trovarlo nei supermercati. Se hai bisogno di altro chidi pure….
    ma non mi dirai che la fai con questo caldo….

  29. maria ha detto:

    franci queste si possono mangiare al momento cio’e kucinarle o solo sekke dopo 40 giorni grazie bacioniiiiiiiiiiiiii

  30. Francesca ha detto:

    vanno benissimo mangiate al momento….buone con patate al forno, oppure messe a cuocere semplicemnte con un pò di olio….arrostite….

  31. Antonio Diaco ha detto:

    ciao il mio nome e antonio diaco vi scrivo della germania o solo una domanda miserve il vostro numer tel telefono per avere contattocon voi vorei pronotare del atipaste se e possibile mi potete mandare il vostro numero del telefono cosi io vi ckiamo a voi a spresto saluto dellla germania Diaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.