Chiodello – Gomphidius viscidus

chiodello.jpg

foto presa dal web

Etimologia: dal latino viscidus “viscido” per la superficie caratteristica.
Nomi volgari: Gomfidio viscido, Chiodello .

Il cappello fino a 10 cm di diametro, ha una forma conica. La cuticola è liscia, viscida se umida, altrimenti appare secca, rossastra con tonalità al rame, violacee, rosate. Le lame sono spaziate, distaccabili dalla carne. Sono rossastre in principo ma poi, a spore mature nerastre, con un filo giallognolo. Il gambo è snello, sfinato verso il piede, ha una superficie fibrillosa.
La carne è soda, di colore giallastro, è simile alle radici di liquiriziao di rabarbaro, senza odore evidente e con sapore gradevole. Assai comune sotto conifere, sia in pianura che in montagna, in estate-autunno.

2 comments

  1. ramona ha detto:

    ciao cara mi hanno regalato una busta di questi funghi chiodini ma non so assolutamente ne come si puliscono ne come si cucinano mi potresti aiutare ? aspetto notizie un abbraccio ramona

  2. Francesca ha detto:

    @Ramo, facci gli spaghetti. Olio aglio e peperoncino, metti i funghi e cospargi di prezzemolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.