Tortionata

La Tortionata – dolce tipico della città di Lodi a base di burro fresco di ottima qualità, farina, mandorle fatte rosolare nel burro, zucchero e uova. L’ultimo tocco prima di infornarla consiste nel tracciare tante linee trasversali con una forchetta sulla superficie.
E’ un dolce molto friabile tanto che per gustarla è necessario “farlo a pezzi” con le mani.

Da gustare a colazione, a merenda o a fine pasto, oppure come da tradizione con una soffice crema al mascarpone.

L’origine del nome è tutt’ora un mistero; pare sia dovuto al “tortijon”, ossia un il filo di ferro attorcigliato usato per tagliare la torta. Se volete gustare questa torta la trovate nei ristoranti della zona.

Il sapore di questo dolce è dolce ed aromatico al tempo stesso. Da gustare con i vini liquorosi tipo moscato o malvasia, ma anche con un passito.

dolce tipico della città di Lodi

150 grammi di zucchero
150 grammi di burro + 20 gr
300 grammi di farina
1 tuorlo
125 grammi di mandorle sbucciate
1 bustina di vanillina
1 pizzico di bicarbonato

Triturare nel mixer le mandorle molto finemente.
Sistemare dentro una ciotola la farina e aggiungere il burro fuso, lo zucchero, il tuorlo e la bustina di vanillina.

Far sciogliere 20 grammi di burro, aggiungere un pizzico di bicarbonato e unire le mandorle tritate. Girare con il cucchiaio di legno.
Una volta rosolate, unire mandorle all’impasto preparato precedentemente.
impasto tortionatadolce tipico della città di Lodi

Sistemare l’impasto dentro una teglia e tracciare tante linee trasversali con una forchetta sulla superficie.

Cuocere a 200° per circa 20 minuti, poi abbassare a 180° e cuocere per altri 10 minuti..

dolce tipico della città di Lodi

13 comments

  1. Cuochella ha detto:

    Sai dalla descrizione, questa tortionata, sembrerebbe quasi una torta sbrisolona (mandorle, burro, si spezza con le mani).
    Però forse la sbrisolona contiene più burro, infatti a giudicare dalle proporzioni, escluse le mandorle, mi ricorda anche la pasta frolla che mi ha insegnato mammà 🙂

    bellina la confezione regalo, anche se è inverno, è molto primaverile 🙂

  2. germana ha detto:

    Ricorda molto la Sbrisolona che si fa dalle mie parti, dove ogni casa ha la sua ricetta. Del resto siamo vicini di casa.
    Grazie di averci riproposto anche questa versione.
    Buona settimana

  3. Elena ha detto:

    Hai pubblicato la mia ricetta Zia Fra…grazie ne sono onorata!!!..un abbraccio e buona settimana….un bacione!!!

  4. Roxy ha detto:

    Questa torta non l’ho mai assaggiata e a dire il vero neanche sentita…..però mi sembra somigli molto alla sbrisolona, quindi è sicuramente buonissima!
    Complimenti anche per la bellissima confezione! Baci

  5. chabb ha detto:

    Wow!!Che meraviglia e che bella presentazione. Bravissima.

  6. Paola ha detto:

    che buona deve essere! e che bella confezione 🙂

  7. astrofiammante ha detto:

    questa è proprio traditrice…proprio perchè si rompe in pezzi ti sembra di mangiarne solo dei pezzetti…poi invece …….;-))

  8. Francesca ha detto:

    Astro: hai perfettamente ragione…

  9. Federica ha detto:

    Wow che bella e che buona!!! Io l’ho provata e l’ho fatta assaggiare anche a mio figlio!! Sono riuscita dopo tantissimo tempo a trovargli gli stampini di Winnie the Pooh e Topolino…li ho usati per fargli questa torta..la sua gioia è stata immensa…per tutti quelli che come me stanno cercando questi introvabili stampini, sappiate che gli ho trovati in interet, su ebay da “queenofwater” ( http://shop.ebay.it/merchant/queenofwater_W0QQ_ipgZ25?_rdc=1 )bravissima e continua così che le tue ricette sono FAVOLOSE!!!!

  10. mariluna ha detto:

    Carissima…un nome molto strano che non ho mai sentito ma questo dolce “simile” lo fanno anche in francia tant’é che mi apprestavo a farlo , mi mancava il burro :)***

  11. kimberlyn ha detto:

    Buonissima, ma io la conosco come torta sbrisolona! Sempre bellissimo il tuo blog, ti abbraccio, Adriana

  12. martina ha detto:

    Ciao! Ho organizzato la mia prima raccolta di ricette, mi farebbe molto piacere una tua partecipazione! Trovi il regolamento a questo indirizzo: http://nellacucinadimartina.giallozafferano.it/2009/10/raccolta-di-ricette-con-le-dita-nel-barattolo.html
    Alla fine ci saranno premi per tre ricette e la raccolta sarà pubblicata in formato pdf e disponibile gratuitamente per tutti! Se ti va ti aspetto! Un abbraccio…..Martina.

  13. Francesca ha detto:

    Kim: grazie di cuore…

    Martina: se posso senz’altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.