Dolce di recupero alla pera

Dolce di recupero alla pera, dopo la ricotta e pere.

La scorsa settimana mi sono dedicato a preparare la versione della Torta Ricotta e Pere dello Chef partenopeo Franco Marino, che trovate pubblicata sul Blog. Nella diretta consigliò di non buttare via il succo delle pere avanzato dalla Torta. Appoggiando la sua filosofia che “in cucina non si butta via niente”, ho preso carta e penna e ne è uscito un dolce semplice per la colazione. Vivendo da solo ed essendo di parte, volevo essere sicuro della riuscita, quindi ho sottoposto il dolce al giudizio esterno di due persone, chiarendo che non avrei accettato un “MI PIACE Vì” tanto per accontentarmi, ma piuttosto un sincero: buttalo via! Per la sua consistenza e sapore, dovuto anche alla farina di riso, lo vedrei bene con una leggera bagna al liquore e una Ganache al cioccolato fondente.
A voi la ricetta, Vincenzo!

dolce di recupero alla pera, dopo la ricotta e pere
140/150 gr di Farina di Riso
4 Tuorli d’uovo
100 ml di Panna fresca
50 ml di succo di cottura delle Pere (avanzato dalla Torta Ricotta e Pere)
1 Pera grande
65 gr di Miele
1 cucchiaio di Zucchero di canna
1 cucchiaino colmo di Lievito per dolci
Buccia di Limone bio e un po’ di succo
Vaniglia mezza bacca
Cannella 

Lavate e sbucciate la pera quindi dividete a metà e privatela dai semi. Ricavatene dodici fette non troppo sottili. Spruzzatele con un po’ di succo di limone, aggiungete lo zucchero e una spolverata di cannella.
In una ciotola capiente, con lo sbattitore elettrico, montate bene i tuorli con il miele per circa 5-6 minuti. Infine, unite a filo la panna fresca e il succo delle pere.

preparazione torta alle pere

Dopo aver amalgamato bene unite la buccia di limone grattugiata, la vaniglia e la farina setacciata con il lievito un po’ alla volta. A questo punto versatelo in uno stampo di ceramica o altro da 18 cm, ben imburrato e infarinato.

 

Distribuite a raggiera le fette di pera sul composto ottenuto. Infornate a 180°C nel forno statico e nella parte bassa per 30/35 minuti. Come dice lo Chef Marino, i tempi di cottura sono indicativi, cambiano da forno a forno e dovete imparare a conoscere il vostro.

dolce di recupero alla pera
Appena cotto sfornate, fate raffreddare e togliete dallo stampo. Come dicevo sopra, potete mangiarlo a colazione così com’è o farci una bagna al liquore o anche una ganache al cioccolato fondente da servire con le fette di dolce.

Se vi piace spolverizzate la superficie con lo zucchero a velo.
torta di recupero alla pera

Buon Appetito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.