Cuculi salati al pepe nero

Cuculi salati al pepe nero o pane del periodo di Pasqua vengono appunto preparati in detto periodo. Viene degustato con salumi tipo salsiccia e sopressata e formaggi tipo il pecorino oppure per accompagnare il pranzo pasquale al posto del pane.

Le origini risalgono nella Magna Grecia, infatti nella grecia moderna tutt’ora il dolce più conosciuto è lo Tsoureki, molto simile al cuculo cosentino.

Questa ricetta racchiude un pò le tradizioni legati alla Pasqua e sa sempre il pane simboleggia fertilità, abbondanza e le uova che vengono messe in superficie il simbolo della nascita: quindi VITA:

Cuculi salati al pepe nero

Impasto per cuculi

1 kg di farina
1 bicchiere di olio
100 g di sugna
un cucchiaio di sale
pepe nero pestato grosso
1 cubetto di lievito oppure metà e raddoppiate il tempo di lievitazione
circa due bicchieri di acqua tiepida
uova per guarnire

Disponete la farina nella ciotola dell’impastatrice ed aggiunte tutti gli igredienti.

L’impasto risulterà liscio ed abbastanza morbido. Lasciate lievitare per due ore in un luogo tiepido.

Trascorso il tempo di lievitazione, prendete l’impasto e lavoratelo leggermente. Formate delle trecce e lasciate lievitare per un’altra ora. Sulla superficie disponete sulla superficie delle uova.

Cuculi salati al pepe nero

Pennellate la superficie dei cuculi salati con il pepe nero con un rosso d’uovo e poi cuocete in forno caldo alla temperatura di 180/200° per circa minuti.

Cuculi salati al pepe nero

Una volta freddi potrete conservarli nelle bustine di plastica. Ottimi accompagnati con salumi.

One comment

  1. gioha detto:

    ciao,
    la pasta è brioche o biscotto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.