Cuculi di Pasqua..biscotti di nonna Ismene

Cuculi di pasqua…biscotti di nonna Ismene
Cuculi di Pasqua..biscotti di nonna Ismene, sono biscotti (in calabrese detti “cuculi”) che faceva sempre la mia nonna “Ismene” nel periodo di Pasqua.
E’ nostra tradizione mangiarli con l’uovo di cioccolato, ma sono altrettanto buoni inzuppati nel latte.
Io li preparo tutto l’anno perché sono buonissimi. Volendo potete aggiungere all’interno dell’impasto anche delle gocce di cioccolato.
Cuculi di Pasqua..biscotti di nonna Ismene
Ingredienti:
1 kg di farina;
7 uova grandi;
250 gr. di zucchero;
150 gr di strutto o margarina (se uso il burro si gonfiano poco.chissà perchè);
2 bustine di lievito vanigliato;
forno a 250° al ripiano centrale;

Preparare la farina a fontana e mettere dentro tutti gli ingredienti. Lavorare l’impasto che dovrà risultare morbido e sodo;

impasto cuculi

Ho preso metà impasto ed ho aggiunto le gocce di cioccolato.

impasto con gocce di cioccolato

Passiamo quindi alla preparazione dei biscotti

Cuculi di Pasqua..biscotti di nonna Ismene

Sistemare nella placca del forno per circo 20/25 minuti o comunque finché non diventano dorati: Una volta freddi spolverate di zucchero a velo. Conservate i cuculi di pasqua…biscotti di nonna Ismene in una scatola oppure in un sacchetto di plastica per alimenti.

Provate anche questa treccia. Sul blog trovate tante ricette per Pasqua nella sezione denominata “I dolci delle feste”. Trovate la pinza, la pastiera, i cuculi, i quaresimali, biscotti con l’anice., ginetti o tortaniddr con il naspro. Insomma, basta sfogliare le pagine o inserire la parola chiava in “cerca”.

Cuculi di Pasqua..biscotti di nonna Ismene
E questi cuculi mi riportano indietro nel tempo. Ricordi, giornate gioiose e tu cara zia che sei sempre dei miei pensieri. Come potrò dimenticare le tante risate. Come dimenticare i pezzi di uovo di Pasqua mangiati insieme a questi biscotti. Mi manchi tanto. (4-4-2020)

24 comments

  1. mariaha detto:

    favolosi a` vedere

  2. aracocoha detto:

    Ti assicuro anche molto buoni…

  3. Giancarloha detto:

    Mia moglie sta facendo i cuculi proprio adesso,solo che qui da noi ci mettiamo l’uovo nell’occhio della parte superiore del cuculo.Sono molto buoni è vero,tradizionalmente li portavamo a pasquetta da mangiare con la supprissata e la salsiccia ( àsupprissata e rà sasizza ) che a Pasqua erano già curate.Erano una vera delizia.

  4. aracocoha detto:

    Giancarlo: anch’io faccio quelli con le uova ma sono salati e sul blog li trovi sotto “Tortani”.

  5. Giancarloha detto:

    aracoco:da calabrese ti dico quello che so, il “cuculo” è dolce calabrese si chiama anche “cuzzupa”,”pupa”,”ninna” a secondo delle zone,viene anche fatto con la pasta brioche dolce e se ha la forma di una grossa ciambella intrecciata si chiama “tortano”,ma sempre dolce e con le uova incastonate sopra.
    Il “tortano” pasquale napoletano è invece una torta salata impastata con la ‘nsogna (grasso di maiale), cicoli di maiale ed altro ed ha le uova incastonate sopra.
    N.B. Nel tuo impasto fai bene a mettere il grasso e ti consiglio di provare ad aggiungerci la buccia grattuggiata di mezzo limone anzichè la vaniglia.

  6. Francescaha detto:

    Giancarlo: Ce l’hai tu la ricetta della treccia dolce tipo brioche? se ce l’hai me la dai? magari puoi scrivermi sull’indirizzo di posta eletronica.
    Anch’io metto sia la buccia del limone che dell’arancio…mi sono dimenticata di scriverlo, poi sistemo!!!
    Buona giornata e grazie per il tuo intervento…
    Quindi anche tu calabrese…che bello!!

  7. fulviaha detto:

    anche io calabrese di Cosenza : io nei cuculi ci metto la buccia di arancia xchè è meno amaro ….. un saluto a voi e un augurio di Buona Pasqua 2008

  8. Silvanaha detto:

    Oggetto: “cuculi di Pasqua” di Nonna Ismene

    A Reggio Calabria da dove provengo, i cuculi si chiamano “cuddhuraci”. Ho tentato di riprodurre la ricetta di una mia sorella , ma con poco successo: non si gonfiano abbastanza e diventano duri o gommosi.

    Mi potrebbe qualcuno dire per piacere : a) si fanno le forme dei cuculi prima o dopo la lievitazione della pasta? (b) Quanto tempo si lascia lievitare la pasta? (c) Si devono fare lievitare nuovamente i cuculi e per quanto tempo prima di infornarli? Un Grazie di cuore e BUONA PASQUA anche se con molto ritardo.

  9. Francescaha detto:

    Silvana: se ti riferisci a questa ricetta i cuculi non devono lievitare, (viene usato il lievito per dolci).
    Per quanto riguarda la forma, una volta preparato l’impasto dai la forma e metti in forno!!!se hai bisogno di altre delucidazioni chiedi pure…
    se poi vuoi fare quelli salati devi vedere “Tortani”.

  10. Marha detto:

    Perché non poso vedere le fotografie?, la mia mamma anche faceva i cucculli di pasqua.

  11. doraha detto:

    mi potresti dire di spessore quanto sono un cm e mezzo? e a che temperatura si cuociono grazie mille

  12. Francescaha detto:

    Dora, per lo spessore fai come ti piace di più…in genere a me piacciono ciocciotti…..

  13. Silvanaha detto:

    Ciao Francesca, sono contenta di rivedere i miei commenti sulla tua ricetta per i cuculi/cuddhuraci/cuzzupe, pupe/ninne etc…; una mia vicina di casa che proviene da Catanzaro, mi ha suggerito di usare 30 grammi di ammoniaca in polvere e dissolverla con il succo di un limone, invece del lievito vanigliato. Io li ho fatti con la ricetta della mia vicina e si sono gonfiati moltissimo.. a parte ti spedisco un’immagine delle cuzzupe….Buona DOMENICA DELLE PALME a te, famiglia e computer participants!
    Silvana

  14. Silvanaha detto:

    Francesca, hai ricevuto l’immagine delle cuzzupe? Fammi sapere. Grazie.
    Silvana

  15. Francescaha detto:

    Silvana, l’ho ricevuta e ti ho anche risposto!!! Complimenti

  16. elisaha detto:

    sono buonissimi solo che un altro pò di zucchero non guasterebbe ……..la prossima volta vorrei farci su la glassa di cioccolato !

  17. Francescaha detto:

    Elisa, sono poco dolci perchè in genere accompagnati dal cioccolato, cmq puoi aggiungere tranquillamente qualche grammo in più di zucchero, Volendo pui aggiungere all’interno delle gocce di cioccolato

  18. emanuelaha detto:

    Li farò certamente, hanno un aspetto delizioso.
    Mi lascia un pò perplessa solo la temperatura del forno. 250°c mi sembra un pò eccessiva. Io ho sempre usato questa temperatura per paste lievitate come pizze o focacce. Non si corre il rischio che secchi subito la pasta esterna senza cuocersi bene dentro? Grazie

  19. Francescaha detto:

    emanuela: devi metterli al ripiano centrale, altrimenti metti il forno a 180/200.

  20. franceschinaha detto:

    Ciao francesca! Che belli questi cuculi! Le uova incastonate si mettono solo nella versione salata o dolce tipo brioche o anche in questa con il lievito per dolci? Fra volevo provare a fare quei biscotti a ciambelline con la glassa bianca che si comprano in tutti i panifici e mercatini in calabria,io mi ricordo che sono abbastanza duri e asciutti e dentro tendenti al giallo per la presenza di uova…hai per caso la ricetta? Su internet ho visto che alcuni li chiamano taralli dolci di pasqua e mettono farina uova zucchero olio e liquore (senza lievito per dolci) e dopo aver dato la forma a ciambelline li fanno bollire per poi passarli al forno come i classici taralli,altri direttamente in forno…L’ultima domanda: i cuculi e le cuzzupe sono la stessa cosa?

    • Si, le uova sono di buon auspicio. Si mettono sia nella versione dolce che salata. Per i taralli dolci, io nn li ho mai fatti, ma l’impasto viene preparato con solo uova (io so solo tuorli) e farina. Risulta un impasto molto duro… sinceramente la ricetta ce l’ha una mia amica, se ho tempo provo a chiedere.

  21. danielaha detto:

    io ho messo semi di anice e un poco di mistrà, sono venuti bene e buoni,liho anche spennellati con uovo battuto e zucchero di canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.