Zafferano

zafferano.jpgLo zafferano, ossia gli stimmi seccati di una pianta tropicale della specie del croco, è una delle sostanze coloranti e delle spezie più anticamente conosciute.

Una volta era assai più diffuso di adesso, anche se oggi lo si impiega ancora nella colorazione di alcuni liquori e nella preparazione di alcuni piatti tipici come il nostro risotto.

E’ molto usato nella cucina dell’Africa del Nord e in Spagna.

Gli stimmi vengono raccolti a mano e poi messi a seccare: pensate che per farne un chilo ce ne vogliono ben 30.000!

Lo zafferano si trova in commercio in polvere o al naturale e in filamenti; questi ultimi mantengono l’aroma più a lungo e sono legegrmente più cari. Lo si deve conservare in un luogo asciutto e al riparo della luce, altrimenti perde colore e profumo.

Lo zafferano è sempre stato considerato una delle spezie più pregiate, e nel corso dei tempi non sono mancate le sofisticazioni, dato il prezzo elevato che aveva: nel Medioevo, chi vendeva polvere di zafferano adulterata, era condannato a morte.

Foto presa dal web

 

3 comments

  1. marifra79 ha detto:

    Non avrei mai immaginato che il fiore della pianta fosse di colore “viola”…. però adesso capisco perchè è caro…….grazie per queste notizie!!!!
    Ciao un abbraccio

  2. nicola ha detto:

    lo zafferano non è proprio una pianta tropicale, sembra originaria della grecia, o isole circostanti, ma cresce (coltivata) praticamente in tutto il mediterraneo e ci sono coltivazioni addirittura in inghilterra, se vuoi altre info vai sul mio sito http://www.zafferano.ca.it e se vuoi assaggiare lo zafferano della Sardegna scrivimi pure info@zafferano.ca.it

  3. Francesca ha detto:

    Nicola: cercherò altre notizie sul tuo sito….mi piacerebbe molto assaggiare lo zafferano della sardegna…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.