Pastelle…tanti modi

Esistono molti tipi di pastella, composto di base per friggere: pesce, carne, verdure.
Di seguito trovate varie ricette, da quella aromatizzata con erbe aromatiche a quella con il lievito o con gli albumi per avere una pastella leggera.

Scegliete quella più adatta…

 

al lievito: ideale per i fiori di zucca ed anche per salvia e basilico.

pastella fiori di zucca

250 g farina
1 g di lievito disidratato
un pizzico di zucchero
un pizzico di sale
2 cucchiai di olio
3 dl di acqua tiepida
2 albumi


Sistemate la farina nella ciotola, unite il lievito, lo zucchero, il sale, l’olio e mescolate. Aggiungete l’acqua ed infine gli albumi montati a neve insieme ad un pizzico di sale.

Alla birra: ideale per il pesce ed anche la frutta

PASTELLA

300 g di farina
pepe nero
un pizzico di sale
1 uovo oppure utilizzate solo l’albume
3 dl di birra

In una ciotola mescolate la farina con il sale e pepe nero. Unite l’uovo (oppure solo albume) e lavorate il composto. Aggiungete man mano la birra, senza smettere di lavorare per evitare la formazione di grumi. Sistematela in frigo fino al momento dell’utilizzo. Poi aggiungete gli ingredienti che avete pensato di usare.

all’acqua o tempura: per il fritto giapponese a base di pesce, crostacei e verdure

2 tuorli
5 dl di acqua
270 g di farina
sale q.b.

Prendete due ciotola di cui una più grande e l’altra più piccola.

Riempite di acqua la ciotola più grande ed aggiungete qualche cubetto di ghiaccio. Nella ciotola più piccola mescolate i tuorli con l’acqua ghiacciata, unite il sale ed infine la farina.
Se dovesse formarsi qualche grumo non preoccupatevi, è la caratteristica di questa pastella.

alle erbe: ottima per crocchette di pesce, pollo e verdure

3 uova
130 g di farina
sale q.b
pepe q.b
2 cucchiai di olio
2 cucchiai di erbe aromatiche (salvia, prezzemolo, rosmarino, maggiorana)
2 dl di vino bianco

Sbattete le uova insieme al sale e pepe nero, unite il vino, l’olio,  la farina e amalgamate bene.
Se si formano dei grumi passate la pastella al setaccio e poi fate riposare in frigo fino al momento dell’utilizzo.

4 comments

  1. Silvana ha detto:

    Finalmente una ricetta precise! no sapevo mai quanta farina usare!!!!Ora non vedo l’ora di trovare I fiori di zucca…se ne parla a luglio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.