Archive for Ricette scritte di casa mia

Aragosta al brandy

 

aragosta.jpg

L’aragosta (Palinurus elephas) è un crostaceo e può pesare fino ad 8 kg. Di colore generalmente rosso. A differenza di altri crostacei non ha le chele ma due antenne che utilizza come arma di difesa. Vive sul fondale marino a circa 150 mt di profondità. Si possono acquistare sia vive che surgelate.
La ricetta di oggi esalta tutto il suo sapore…

1 aragosta da 1 kg
succo di limone
prezzemolo tritato
sale e pepe nero q.b.
40 ml di olio extravergine d’oliva
30 ml di brandy

 

Dopo aver lavato l’aragosta sotto l’acqua corrente, incidete la schiena con un coltello affilato,  e poi sistemate in una teglia

In un contenitore sciogliete un pizzico di sale insieme al succo di limone, il bransy e poi unite l’olio ed il prezzemolo fresco tritato finemente.

Adagiate la salsina sull’aragosta e cuocete in forno caldo per circa 10 minuti alla temperatura di 180/200°.

Servite ben calda.

Se volete potete cuocere l’arogosta anche nel forno a microonde alla massima intensità per 5 minuti.

Aragosta ubriaca

aragosta.jpg1 kg di aragosta
6 cucchiai di olio d’oliva
succo di limone
15 ml di brandy
prezzemolo fresco
sale e pepe q.b.

Dopo aver lavato l’aragosta sotto l’acqua corrente, incidete la schiena con l’aiuto di un coltello affilato.
In una ciotola sciogliete il sale insieme al succo di limone (qualche goccia) e il brandy, poi unite l’olio ed il prezzemolo tritato finemente ed emulsionate.
Disponete l’arogosta in una teglia da forno e distribuite uniformemente la salsina preparata.
Coprite con un foglio di alluminio e cuocete in forno caldo a 200° per 10 minuti.
Scoprite e lasciate  nel forno caldo per qualche altro minuto.
Servite calda.

Bocconotti alla marmellata o nutella

I bocconotti sono dolci della tradizione calabrese. Vengono preparati con una pasta frolla e ripieni con marmellata, crema, nutella o anche pasta di mandorle. Io ricordo che quando andavo a scuola la mia merenda preferita era quella con “U Buccinotto” (forma dialettale) di Mormanno ripieno di pasta di mandorle… quanti bei ricordi!!

Questa di oggo è la ricetta di mia madre, non ho le foto ma è collaudatissima.
Una volta preparati, i bocconotti, si conservano per molti giorni.

Per la pasta frolla

500 gr di farina
200 g burro o strutto
200 g zucchero semolato
3 uova intere
1 bustina di lievito

marmellata o nutella

Disponete la farina a fontana ed al centro rompete le uova, unite lo zucchero, la bustina e il burro o strutto.
Amalgamate velocemente gli ingredienti e poi fate riposare in frigo per trenta minuti.
Prendete delle formine, imburrate e spolverizzate di farina.
Prelevate delle piccole quantità di impasto e fate aderire alle formine. Disponete al centro la marmellata o nutella e chiudete.
Disponete sulla placca del forno e cuocete in forno caldo a 180° per circa 15-20 minuti.
Una volta freddi spolverizzateli con lo zucchero a velo.

Branzino in crosta di patate

Ingredienti per 4 persone

400 g di filetti di branzino
3 patate
1 limone
1 spicchio di aglio
6 cucchiai di olio d’oliva
un mazzetto di prezzemolo
sale e pepe nero

 

Pelate le patate, tagliatele a fette sottili e lavatele fino a togliere tutto l’amido. Asciugatele perfettamente, poi disponetele in un solo strato sulla placca del forno oleata, salate e infornate a 200° fino a quando saranno leggermente dorate.
Intanto lavate i filetti, asciugateli,  salateli e pepateli e spennellateli di olio.
Adagiateli in una teglia leggermente oleata e cuocete in forno per circa 5 minuti a 200°.
Estraete la teglia, distribuite sui filetti le patate sovrapponendo le fettine e cospargete di prezzemolo tritato. A questo punto rimettete in forno per altri cinque-sei minuti fino a quando le patate diventareanno ben dorate.

Champignons al formaggio fritti

Ingredienti per 4 persone

600 g funghi champignons
mezzo limone
5 uova
pepe nero
prezzemolo
160 g parmigiano grattugiato
100 g farina (o anche di più)
10 g di pangrattato
sale q.b.
olio per friggere (io uso olio d’oliva)

 

Staccate le cappelle dai gambi (li userete per un’altra preparazione). Lavate gli champignons delicatamente e poi tenete in una scodella in acqua acidulata con limone.

Sbattete le uova insieme ad un pizzico di sale, il pepe nero, il parmigiano, il prezzemolo tritato finemente lavato e asciugato bene,   e il pangrattato.
Scolate i funghi dall’acqua e asciugateli bene. Infarinateli e poi immergeteli nel composto di uova.
Fate scaldare abbondante olio  in una padella dai bordi alti e immergete pochi per volta i funghi. Fate dorate da tutti i lati e poi metteteli su carta assorbente da cucina.

« Older Entries