Boletus – Porcini

Boletus -porcini.jpg
foto presa dal web

Etimologia: dal greco bolites, termine che stava per indicare l’ovulo buono, chiamato anche dai romani “Boletus”.
Importante genere al quale appartengono specie notissime che vanno sotto il nome di Brise o Porcini.

Anche queste specie, come le Amanite, sono essenzialemnte micorriziche, per questo motivo, quindi, i numerosissimi tentativi di produrre questi funghi in colture artificiali sono falliti.
Gli appartenenti a questo genere hanno l’imenio o parte fertile costituito da numerosi tubuli, con l’asse principale perpendicolare al suolo, ovvero parallelo al gambo, tutti appressati tra di loro, così da formare, al di sotto del cappello, uno strato che appare poroso, se visto dal basso. I tubuli sono facilmente distaccabili dal cappello e spesso separabili l’uno dall’altro.

2 comments

  1. carla ha detto:

    Sono buonissimi!!!! mio marito qualche volta li ha trovati, a volte li compriamo (freschi) sono buoni cotti in tutti i modi….

  2. carmine ha detto:

    i funghi porcini sono buoni con il riso, le tagliatelle, le pappardelle arrostitipastellati e fritti in carpaccio in tortino sono buoni con carciofi e ricotta pecorina affumicata a scaglie per condire un buon piatto di penne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.