Arancine al nero di seppia senza burro

WP_20150322_004

Ricetta di Melina

Ingredienti per 8 persone

Per il risotto:

1 kg di riso arborio;

olio di oliva;

1 cipolla fresca;

Per il ripieno:

1 kg di seppie fresche pulite, tenete a parte le vescichette di nero;

1/2 bicchiere di vino bianco;

1 cipolla fresca;

olio di oliva;

prezzemolo q.b.;

sale q.b.;

pepe q.b. (facoltativo).

 

Per la panatura:

farina q.b.;

4 / 5 uova intere;

pane grattugiato q.b.

Preparazione del risotto:

Lavate il riso e scolatelo bene. Fatelo asciugare in una larga pentola, mescolando spesso.

Intanto: tagliate a piccoli pezzi le seppie, fate rosolare in olio di oliva una cipolla tritata, aggiungete le seppie e mescolate. Appena si sono insaporite aggiungete il vino bianco e mescolate. Dopo circa 15 minuti spegnete il fuoco. Con un mestolo forato togliete le seppie dal fondo di cottura e mettetele in una ciotola, fate raffreddare e aggiungete  prezzemolo tritato, aggiustate di sale e pepe.

WP_20150321_011

WP_20150321_035

Per la cottura del riso:

in una pentola mettete l’olio di oliva e la cipolla tritata finemente, fate rosolare aggiungete il riso e fate tostare  girando con un mestolo di legno, aggiungete l’acqua bollente e il fondo delle seppie salate e dopo circa 10 minuti togliete dal fuoco,  se serve aggiungete altra acqua.

WP_20150321_016 WP_20150321_018

Infine, aggiungete il nero, (il riso va tolto dal fuoco ancora al dente, ma asciutto) mescolate bene in modo che il nero copra tutto il riso, mettete in una larga ciotola e fate raffreddare.

WP_20150321_024 Per completare le arancine: prelevate un po’ di riso e mettetelo sul palmo della mano, pressando bene e lasciando un cratere, mettete un poco di seppie, richiudete con altro riso e date la forma regolare sferica.   Continuate fino ad esaurimento di tutti gli ingredienti.

WP_20150321_039 WP_20150321_040

Per la panatura: passate le arancine prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato.

WP_20150321_041 WP_20150321_042 WP_20150321_043
Scaldate abbondante olio di oliva in un pentolino antiaderente, quando è ben caldo friggete poche arancine per volta  girandole spesso fino a quando diventino di colore dorato. Sgocciolatele su carta assorbente e servitele calde.

WP_20150321_047 WP_20150322_002

 

2 comments

  1. Annalisa ha detto:

    Che meraviglia queste arancine, insolite!Complimenti! Sono capitata qui per caso e non ho potuto fare a meno di soffermermi! Brava! Ciao!

  2. Francesca ha detto:

    Ciao Annalisa, benvenuta sul mio blog. Guarda anche altre ricette. A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.